PANE NOSTRO. NUTRIMENTO E SIMBOLO DI UMANITÀ

img_0022

Ieri mattina avevo un appuntamento alle 8 e uno alle 12 in città.

Il primo appuntamento è saltato quindi mi sono chiesta: cosa faccio quattro ore a Parma da sola?
Scelta numero uno: vado al mercato del mercoledì in in “ghiaia”. Sfortunatamente il mercato non è più quello di una volta (non solo per la tettoia orrenda che hanno costruito da pochi anni) i banchi offrono solo o brutti vestiti scadenti o stock firmati inguardabili. Quindi sono passata alla
Scelta numero due: vado per negozi. Pessima idea, erano ancora le 9.20 e i negozi erano chiusi quindi ho preso un caffè e….
Scelta numero tre: vado alla nuova mostra sul pane!

La Mostra “Pane nostro. Nutrimento e simbolo di umanità” espone nelle sale della Galleria Nazionale di Parma e la Biblioteca Palatina 150 esemplari provenienti dalla collezione di pani raccolti da Marisa Zanzucchelli Castelli, l’ideatrice del museo del pane di Pellegrino Parmense.

Non avevo molte aspettative per questa mostra, anche perché ha aperto da pochi giorni e non avevo letto quasi nulla a riguardo; mi immaginavo di trovare quadri rappresentanti cene contadine o nature morte o attrezzi di lavoro del panettiere, ma mi sbagliavo. Seppur siano stati inseriti dei quadri nella sezione della Galleria Nazionale (“Opere di misericordia: Dar da mangiare agli affamati” Bertolino de Grossi, “La carità” e “Ultima cena” Bartolomeo Schedoni) e delle bellissime stampe e codici in Biblioteca Palatina, la parte centrale dell’esposizione è rappresentata da tipi di pane vero a proprio.

Le aree tematiche nelle quali si articola il percorso sono tre: pani tra mito e culto, pani del ciclo della vita, pane del mondo.
Il pane non è solo il corpo di Cristo per i cristiani ma per tutti frutto della terra e del lavoro dell’uomo, segno del lavoro contadino della comunità che insieme lavora, festeggia e celebra.
Vi sono infatti i pani realizzati in onore dei santi e dei morti, i pani della vita e i pani dell’eros, i pani di natale e di pasqua. L’espressione della cultura dei popoli del mondo avviene con la realizzazione di tipi di pane diversi, il risultato sono diverse forme e diversi tipi di grano utilizzati a seconda della zona geografica. Un continuo dialogo tra materialità del pane come cibo e la simbologia che ogni popolo ha attribuito nei secoli.

Una mostra molto suggestiva e densa di significati per gli adulti ma anche per i bambini che, attraverso questo alimento, possono conoscere le diverse culture del mondo.
Assolutamente consigliatissima da me!

La mostra sarà visitabile fino al 29 Novembre 2015 info sul sito del comune di Parma 

Camilla

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: